Spiegare in aula in maniera dettagliata i ritardi nella realizzazione del nuovo ospedale San Cataldo di Taranto, e chiarire con esattezza lo stato attuativo del progetto e la tempistica. E’ quanto ho chiesto, tramite un’interrogazione, al presidente della Regione Puglia, nonché assessore alla Sanità, Michele Emiliano.

 

Sono passati cinque anni dall’annunciata costruzione del nuovo Ospedale ma fino ad oggi ci sono stati solo intoppi di natura burocratica che ne hanno rinviato di anno in anno la realizzazione. E’ piuttosto evidente che il nosocomio “moderno” tanto decantato è rimasto tale solo sulla carta, e che nella migliore delle ipotesi, a differenza di quanto viene detto a livello politico e istituzionale, non vedrà la luce prima di altri dieci anni. Eppure Il territorio di Taranto non può attendere un decennio per risolvere tutte le sue emergenze. I tarantini hanno bisogno di una sanità efficiente nel qui e ora.

 

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

© Copyright 2016 | Tutti i diritti riservati | Blufree

Questo giornale telematico è diffuso ai sensi della Legge 62/2001 e in ossequio alla sentenza 23230/2012 della Corte di Cassazione, III sezione penale