Si è tenuto il 19 aprile scorso il primo incontro programmatico a livello nazionale del gruppo delle “Leonesse” di Direzione Italia. Ricevute da Raffaele Fitto, le donne, provenienti da tutta Italia, hanno definito le linee programmatiche del movimento, individuando le principali priorità. Ampia la delegazione tarantina guidata dalla coordinatrice provinciale delle Leonesse, l’avv. Tatiana Margherita, e composta da Giovanna Salamino, Antonella Miccoli e Giusy Distratis. In doppia veste, quella di Leonessa e vice coordinatrice provinciale del partito, l’ing. Francesca Colaninno. Particolarmente incisiva la presenza del gruppo di Taranto che ha fatto registrare diversi importanti interventi. “La politica parte dai territori e dalle istanze dei territori - è l’idea della coordinatrice delle Leonesse ionica Tatiana Margherita - nella nostra provincia abbiamo aggregato molte donne impegnate in vari campi, professioniste, amministratrici pubbliche, insegnanti, ma anche casalinghe, perché tutte le voci devono essere egualmente rappresentate, e possono offrire valido contributo al nostro progetto politico”. Dall’Ing. Colaninno un’analisi sulle attuali difficoltà della politica: “la politica necessita di competenza e formazione, motivo per il quale è emersa la necessità di ritornare alla formazione politica per i giovani e meno giovani, proponendo l'avvio di veri percorsi formativi qualificati ....Il sindaco e gli amministratori locali, sono l' interfaccia diretta con le istanze dei cittadini, in un momento  storico difficilissimo  sotto il profilo socio - economico, soprattutto in presenza  dei tagli agli enti locali avvenuto in modo spropositato in questi anni da parte dell' attuale governo centrale, con la conseguente difficoltà oggettiva di amministrare, nonché il conseguente aumento della tassazione in capo ai cittadini assolutamente inaccettabile” Altri temi sollevati dal gruppo di Taranto:  difficoltà di fare impresa e necessità di perseverare nel progetto politico di Raffaele Fitto che individua  lo  shock fiscale come strumento necessario per una ripresa economica del Paese soprattutto.  Presente all’incontro anche una delegazione del movimento giovanile con l’intervento del giovanissimo coordinatore nazionale, il martinese Antonio Marinosci: “Il nostro è un movimento culturale che sta crescendo, che deve lavorare molto tra i giovani e che crescerà contestualmente alle Leonesse così come cresce un figlio nel segno di una mamma “.                      

 

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

© Copyright 2016 | Tutti i diritti riservati | Blufree

Questo giornale telematico è diffuso ai sensi della Legge 62/2001 e in ossequio alla sentenza 23230/2012 della Corte di Cassazione, III sezione penale