Dettaglio dei corsi che sta avviando l’associazione Punto di Inizio Onlus. Si tratta di un Corso di Sessuologia dal titolo “Il Coraggio di Amare” e un corso di “Cucina sana e Naturale”. Entrambi sono stati presentati oggi alla stampa. I Corsi sono organizzati  con il sostegno del Servizio di Psicologia Clinica della Asl di Taranto e la collaborazione delle associazioni Change e Cittadinanzattiva-Taranto. La conferenza è stata introdotta dalla presidente Claudia Panessa: “Noi mettiamo il paziente oncologico al centro, offriamo un servizio gratuito, di supporto e di aiuto. Nel caso del corso di sessuologia ci è stato proprio chiesto dalle pazienti. Il disagio è tanto, il paziente entra in una modalità di sopravvivenza. Si vede se stessi e non si vede più il proprio partner. Si smette di comunicare. Nel caso  invece del corso di Cucina Sana proviamo a dire al paziente cosa è meglio mangiare. Spero che il territorio risponda”. Alla conferenza erano anche presenti, la biologa nutrizionista dr.ssa Raffaella Trovato, la chef Elisa Negro, e Rossella Papapicco, associazione Punto di Inizio. 

 

Corso di Sessuologia.

La premessa. Il tumore colpisce sia nel corpo che nell’anima, i sentimenti e la dinamica della coppia vengono stravolti, costringendo, la coppia stessa, a negare la propria identità affettiva e sessuale. La mente del paziente è affollata da paure e non ha la forza di pensare a nulla, se non alla malattia. Il corso, che avrà come tema “Il Coraggio di amare”, si svolgerà il 24 gennaio dalle ore 15.30, nell’ex Ospedale Vecchio a Taranto. Sarà tenuto dalla dott.ssa Elisabetta Perrone consulente in Sessuologia-Servizio di Psicologia Clinica Asl-Taranto. Saranno trattati problemi pratici e psicologici inerenti alle conseguenze che le terapie hanno nelle dinamiche di coppia e duranti i rapporti. L’obiettivo è di ritrovare se stessi partendo dall’essere “in due”, trovare delle vie di uscita, e riscoprire la bellezza anche lì dove è stata negata dalla malattia. Il corso è gratuito, si consiglia la prenotazione.

 

Corso di cucina naturale.

La premessa. Laletteratura scientifica degli ultimi anni ha evidenziato che circa un terzo dei tumori sia correlato ad una scorretta alimentazione ed ad una eccessiva sedentarietà. Apportando quindi delle modifiche agli stili di vita si potrebbero prevenire molte forme tumorali ed anche altre patologie degenerative (prevenzione primaria), oltre che ridurre il rischio di recidive (prevenzione secondaria) e migliorare la gestione delle terapie oncologiche. Il corso di “Cucina sana e naturale”, si terrà in collaborazione con le associazioni Change e Cittadinanzattiva di Taranto, ed è rivolto principalmente a pazienti oncologici. Obiettivo è trasmettere ai partecipanti le conoscenze di base per seguire un’alimentazione sana, naturale, offrendo in più anche la possibilità di poter mettere le “mani in pasta” ed imparare a cucinare divertendosi. Particolare attenzione verrà data al recupero delle tradizioni legate alla dieta mediterranea, sottolineando l’importanza del consumo di prodotti locali, a km zero, provenienti da agricoltura biologica. Il corso si articola in 4 incontri, 27 gennaio, 3-17-24 febbraio, ed ogni lezione prevede una parte teorica sulle proprietà e caratteristiche nutrizionali dei cibi, tenuta dalla biologa nutrizionista dr.ssa Raffaella Trovato, seguita da una parte pratica di preparazione guidata dalla chef Elisa Negro. Gli incontri avranno una durata di circa 3 ore, e si svolgeranno nella Casa Madre Teresa a Paolo VI. Al termine del corso, è prevista l’organizzazione di una cena sociale aperta anche a parenti e amici.

 

L’associazione.

“Punto di Inizio, vivere oltre il tumore” è nata il 15 giugno del 2016, fondata da chi ha vissuto il dramma di essere un giovane paziente oncologico. Organizza corsi e iniziative, per dare la possibilità ai malati e alle famiglie di restare parte attiva e propositiva nei contesti a cui appartengono. L’associazione inoltre vuole offrire ai pazienti-soci la possibilità di operare attivamente per migliorare l’ambiente cittadino in cui vivono. “Il tumore è un male che non possiamo combattere in prima persona – si legge sul sito www.puntodiinizioonlus.it - Da qui nasce l’idea di inserire i malati oncologici in un contesto di iniziative per rivalutare il nostro territorio e per dare loro la possibilità di combattere per migliorare i servizi degli altri pazienti e tutto quel sistema che non aiuta, i tarantini, a vivere in modo sano”. 

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

© Copyright 2016 | Tutti i diritti riservati | Blufree

Questo giornale telematico è diffuso ai sensi della Legge 62/2001 e in ossequio alla sentenza 23230/2012 della Corte di Cassazione, III sezione penale