Perrini (FdI): Emiliano considera Taranto la pattumiera della Puglia

Condividi questo articolo:

Di seguito la dichiarazione del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini

“La provincia di Taranto è considerata da Emiliano e la sua schiera di assessori e dirigenti, la pattumiera di Puglia.

“Stando solo agli impianti di compostaggio in cui viene trattato l’organico, cioè il rifiuto più puzzolente, la Provincia di Taranto da sola ha già impianti (a Laterza, Taranto, Manduria e con l’appena dissequestrato impianto pubblico di Ginosa) per 230 mila tonnellate di rifiuti.  Eppure tutti i nostri 29 comuni messi insieme fanno massimo 70 mila tonnellate di organico. Questo vuol dire che negli impianti di compostaggio di Taranto arrivano rifiuti di altre province e regioni. Soprattutto di Bari, Brindisi e tutto il Salento che non ha nessun impianto.

“Eppure con l’ultima delibera la giunta regionale ha deciso di finanziare con fondi pubblici un ulteriore impianto di compostaggio che aveva già autorizzato a Manduria, che anche se pagato con soldi pubblici sarà sempre gestito da privati. Parliamo di altre 30 mila tonnellate di rifiuti organici che arriveranno a Manduria, dove già ci sono un impianto di compostaggio e un impianto tmb dove arrivano rifiuti dal barese, brindisini e salento. E di cui tutti i manduriani non sopportano più la puzza.

“A questo si aggiungeranno altri tre nuovi impianti rifiuti annunciati sia dal sottosegretario Turco che dall’assessore regionale Borraccino, che verranno realizzati rispettivamente da Snam, Eni e Pantar tutti a Taranto città. Invece la giunta regionale ha appena cancellato l’impianto che era previsto a Cavallino, lasciando ancora una volta tutto il Salento scoperto.

“Se la legge prevede che ogni ARO debba chiudere il ciclo rifiuti all’interno del proprio territorio, perché Emiliano finanzia e autorizza altri impianti rifiuti sempre in provincia di Taranto? Raccontano di fare gli ambientalisti e di voler tingere tutta Taranto di green, ma non dicono di che colore sono i rifiuti che ci mandano.

“Una domanda sola rivolgo a Emiliano e i suoi assessori e dirigenti: il nuovo impianto di compostaggio di Manduria, per quali comuni servirà?”

13 agosto 2020