Leporano-Lotta al randagismo, convenzione per la cura e il ricovero dei randagi

Condividi questo articolo:

Il vice sindaco Pavone: “Arginare il fenomeno e garantire l’incolumità pubblica”

Tutela degli animali e prevenzione del randagismo. Sono queste le parole chiave che racchiudono la convenzione firmata tra il Comune di Leporano e la struttura medico veterinaria “Croce Azzurra” con l’intento di intervenire sugli animali randagi rinvenuti feriti sul territorio comunale per cure di alta specializzazione che esulano dalle mansioni del servizio veterinario della locale Asl.

Un atto amministrativo di fondamentale importanza per contrastare concretamente il fenomeno del randagismo, divenuto ormai una vera e propria piaga morale e sociale per le comunità.

La struttura convenzionata si occuperà con i suoi mezzi del recupero, trasporto, cure specialistiche, ricovero provvisorio per l’espletamento delle operazioni di identificazione e profilassi di animali d’affezione abbandonati o scappati che si trovino a vagare tra le strade e periferie cittadine.

Inoltre, saranno fornite agli animali randagi, senza alcun limite di numero, rinvenuti feriti sul territorio comunale e ricoverati presso la struttura tutte le cure e l’assistenza necessaria, nonché le indagini diagnostiche utili, fino a completa guarigione. Un’altra misura efficace nell’ambito delle azioni di contenimento del fenomeno del randagismo, cosi come prevede la nuova convenzione, è il servizio gratuito di sterilizzazione di ben 11 tra cani e gatti presenti sul territorio.

La “Croce Azzurra”, dotata di medici veterinari reperibili 24h/24h, sarà operativa anche per cure di urgenza di animali randagi da affezione, oggetto di incidenti stradali e non.

Ad esprimere soddisfazione per la firma dell’accordo è il vice sindaco e assessore alle Politiche di tutela degli animali, Filippo Pavone: “Questo provvedimento, adottato grazie al supporto dell’Ufficio Tecnico Comunale, rappresenta la volontà della nostra Amministrazione di voler prevenire e allo stesso tempo arginare il fenomeno del randagismo.

Prima di arrivare alla stesura della convenzione abbiamo ascoltato le associazioni animaliste che operano sul territorio per condividere insieme questa iniziativa che, tra le altre cose, garantisce l’incolumità pubblica, previene rischi sanitari e assicura il benessere degli animali.

La nostra attenzione su questo tema è molto alta, tant’è che stiamo promuovendo anche numerose iniziative di sensibilizzazione per combattere gli abbandoni e incentivare le adozioni. Il tema del randagismo rappresenta una priorità d’intervento della nostra azione amministrativa. Attraverso questo atto – conclude Pavone- dimostriamo di passare dalle parole ai fatti”.