Corso di formazione su procreazione assistita ed educazione del minore A Taranto il vescovo del Benin dove una fondazione tarantina realizzerà un ospedale

Condividi questo articolo:

Si è svolto a Taranto nella sede della Scuola di Alta Formazione e Studi Specializzati per Professionisti, il Corso di formazione su procreazione assistita ed educazione del minore, al quale ha preso parte, come relatore Mons. Roger Houngbedji Arcivescovo Metropolitano di Cotonu, nella repubblica presidenziale del Benin. L’eccesso di procreazione in Africa è sicuramente una delle cause di una situazione di estrema povertà: “L’alto tasso di natalità in Africa è legato a varie ragioni: un bambino è considerato come un dono di Dio e la sua nascita dà ai genitori un certo status sociale; un figlio rappresenta per il genitore contadino o artigiano un aiuto da un punto di vista lavorativo; ancora, il bambino è ciò che rende possibile perpetuare il ricordo dei genitori.”. Secondo il vescovo africano la limitazione delle nascite è uno degli obiettivi da raggiungere anche se nel rispetto della dottrina cattolica: “Sebbene sia fondamentale un controllo delle nascite per la procreazione responsabile in quanto l’eccessiva demografia non regolamentata può essere considerata un fattore di povertà, la propaganda dei metodi contraccettivi è osteggiata dal Magistero della Chiesa, che anzi ha spesso denunciato l’uso di queste pratiche in quanto non rispettosi della dignità del corpo e del principio di apertura alla vita. È fondamentale, quindi, riflettere sulla questione al fine di definire una politica familiare che rispetti le persone e la loro dignità, garantendo al tempo stesso una paternità responsabile.” Mons. Houngbedji, accompagnato a Taranto dal suo segretario particolare, ha incontrato la Fondazione “Populorum Progressio” che sta realizzando un progetto per la costruzione di un ospedale nel Benin.

L’idea nasce dall’ avvocato tarantina Domenica Leone che in quella lontana parte del mondo si reca abitualmente per sostenere iniziative a favore dei bambini del posto. La Fondazione è presieduta dal dott. Vittorio Tomaselli mentre l’altro fondatore è il commercialista Alfredo Cerabino. Il corso si è avvalso di numerosi e qualificati relatori che hanno affrontato un tema di grande attualità quale l’educazione dei minori:Giuseppe Scellini – Il diritto alla vita nel contesto europeo, Giuseppe Gragnaniello – La regolazione delle nascite tra storia e attualità, Antonella Liuzzi – Genitorialità responsabile, Angela Patrizia Tavani – Bonum prolis ed educazione del minore tra Diritto Canonico e Legislazione Statale, Mons. Roger Houngbedji – Diritto alla vita e procreazione responsabile in Africa. Conclusioni affidate al prof. Riccardo Pagano.

I lavori sono stati introdotti e coordinati dall’ Avv. Domenica Leone. Saluti dell’ Avv. Paola Donvito per l’Ordine degli Avocati e la Scuola Forense di Taranto.

 

Foto di Gianfranco Maffucci