Il Taranto vince nonostante resti in 10 dal 30’ del 1’ tempo

Condividi questo articolo:

Il Taranto deve subire per mostrare i muscoli, ancora una volta va sotto di un gol. Al 13’ Prinari segna per il Nardò. Ma gli Jonici non ci stanno e finalmente tolgono il gioco ai neretini, fino ad allora padroni del campo. Oggiano mostra il nervosismo dai primi minuti, infatti, al 15’ prende il primo giallo. I rossoblu finalmente macinano gioco, al 20’ Lanzolla segna, ma l’arbitro annulla per fallo su Mirarco. Al 30’ Oggiano prende il 2’ cartellino e viene espulso.

Ma i rossoblu non demordono. Alla ripresa i rossoblu cercano in tutti i modi il pareggio ma Mirarco si esalta.

Al 9’ Favetta viene atterrato in area e viene assegnato il penalty messo a segno da D’Agostino che porta a 18 il suo bottino stagionale.

Gli Jonici provano a ribaltare il risultato , con D’Agostino che ci prova in tutti i modi, ma Mirarco para tutto, fino al 32’ quando Pellicia crossa un tiro in area per Favetta che stoppa e in girata infila la palla alle spalle di Mirarco e lo Iacovone esplode, dopo aver continuamente appoggiato i loro beniamini, il vero uomo in più in campo. Al 42’ Aquaro, già ammonito, mormora qualche parola di troppo all’arbitro che lo espelle. Il Nardò prova fino alla fine il pareggio , ma i rossoblu tengono bene il gioco.

Gianfranco Maffucci