FONDO SEPARATO PER MALATI AUTISTICI, PERRINI: AVREI VOLUTO PARLARNE CON GLI ASSESSORI ALLA SANITA’ E AL WELFARE MA ERANO ENTRAMBI ASSENTI IN CONSIGLIO REGIONALE

Condividi questo articolo:

Dichiarazione del consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini

 

 

Sono giorni che mi giungono denunce a non finire da famiglie che non solo quotidianamente sono alle prese con le gravi malattie dei propri cari, ma devono poi avere a che fare con la burocrazia e le ristrettezze di risorse della Regione Puglia.

A molte di loro avevo promesso che oggi, in occasione del Consiglio regionale, avrei sollecitato sia l’assessore alla Sanità, ovvero il presidente Emiliano, sia quello al Welfare, Ruggeri, per ottenere risposte utili per la loro situazione. E, invece, oggi nessuno dei due era presente in aula: chiaramente impegnati in altre vicende che reputano più urgenti dei problemi degli ammalati pugliesi.

In modo particolare avrei voluto segnalare all’assessore Ruggeri la difficile situazione in cui versano i genitori dei figli autistici: sono letteralmente disperati. La malattia dei loro figli non è uno stato fisico, ma uno stato di vita. I loro bambini, ragazzi, giovani non sembrano ammalati nel senso classico, ma hanno bisogno di cure e assistenza infinita, il tutto diventa più difficile se poi accertare la malattia diventa un vero e proprio calvario burocratico. Avevo già sollecitato la necessità di un fondo destinato solo ai malati autistici e oggi mi riproponevo di riparlarne con il presidente e l’assessore al ramo… se ci fossero stati in aula a prendersi cura della Puglia!

 

12 marzo 2019