Taranto: più militi e meno mitili

Condividi questo articolo:

Riceviamo e pubblichiamo integralmente

Taranto più 30 % per i tumori del polmone e più 40% per quelli del tubo digerente, rispetto alla media Italiana. Lo so non sto dicendo nessuna cosa nuova ma l’arresto di sette persine che, presumibilmente rubavano e vendevano le cozze in mezzo alla strada, “alla crudele” su variopinti Ape, soprattutto color ruggine , perchè arrugginiti e distrutti, mi ha fatto venire ulteriore sdegno verso un’amministrazione ed un controllo inesistente, mascherato molte, troppe volte dal sociale. Non c’è dubbio che questo degrado abbia nomi, cognomi ed indirizzi di residenza di  quegli amministratori che ancora adesso , perpetuano un lassismo nell’abusivismo più sfrenato, in tanti pseudo lavori che aiutano a sbarcare il lunario . Il 99% dei Tarantini  sperava che questo sindaco ed amministrazione, insediatasi da oltre 18 mesi, prosecuzione naturale della precedente targata PD che per 10 anni risultata completamente assente o meglio , non pervenuta, non ritirasse le dimissioni. Così non è stato! Il fatto in breve. Questi, non so come chiamarli, diciamo abusivi,vendevano le cozze rubate nel primo seno di Mar Piccolo e non solo , non stabulate , con un contenuto di diossina altissimo. Le spacciavano sul mercato interno ma anche di esportazione, facendo facilmente pensare che questi 7 arresti, altro non sono che la punta di un iceberg. Contenuti di veleno oltre il 16% pg/gr quando i valori fissati dallo Stato, già di per se alti, dovrebbero non superare i 6,5 pg/gr. Ci sono luoghi, in Italia, dove questi limiti di diossina sono ampiamente rispettati come la Sardegna, la costa Ferrarese e dell’alto Adriatico, con valori che oscillano dallo 0,53 allo 0,251 di Ferrara. Mi chiedo cosa sarà delle nostre cozze adesso che l’Europa abbasserà, come annunciato i valori allo 0,2 pg/gr ? Il bello che non abbiamo alcuna arma a disposizione in quanto sembra che questo veleno sia rilasciato dal terreno sotto l’ILVA e nelle vicinanze, dove sono state riversate molteplici sostanze velenose, che solo con un grande lavoro di sbancamento, potranno essere bonificate. Taranto città che dovrebbe avere più militi e meno mitili.

Dott. Giuseppe Varlaro