DA COMMISSIONE UE TAGLI INACCETTABILI, 1,7 MILIARDI IN MENO A REGIONI DI CONFINE

Condividi questo articolo:

“La Commissione Juncker ancora una volta mostra il suo vero volto:
anziché tagliare sprechi e privilegi si accanisce sulle risorse
riservate a Regioni e cittadini. I tagli di 1,7 miliardi proposti dalla
Commissione europea ai Fondi Interreg delle regioni transfrontaliere sono sbagliati e controproducenti. La proposta mette in pericolo i programmi già avviati e ridimensiona quelli nuovi, soprattutto quelli che coinvolgono i nostri partner dall’altra sponda del mar Mediterraneo”, afferma l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo, relatore per la Commissione Affari Esteri del Parlamento europeo.

“I tagli ai programmi di cooperazione territoriale – aggiunge
l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Rosa D’Amato, membro della Commissione Sviluppo Regionale – colpiscono sia le Regioni del Nord che quelle del Sud, in particolare quelle transfrontaliere. Presenteremo emendamenti di modifica al testo. È nostra intenzione lasciare invariate le risorse stanziare durante la programmazione 2014-20. Proporremo inoltre di innalzare la soglia di cofinanziamento UE, perché gli investimenti cofinanziati con i Fondi Strutturali e di Investimento devono essere scorporati dal computo del deficit nell’ambito del Patto di Stabilità e Crescita. Solo se picconiamo l’austerity l’Italia ritorna a crescere!”.