Castellaneta, l’Ue risponde a D’Amato (M5s): indagine sull’ex discarica Diseco

Condividi questo articolo:

“Ho chiesto alla Commissione europea di fare luce sull’ex discarica Diseco di Castellaneta, in particolare se siano state rispettate le norme europee sulle procedura di chiusura e di gestione successiva alla chiusura delle discariche di rifiuti, dal momento che tale impianto risulta formalmente ancora aperto. Bruxelles, nella sua risposta, ci assicura che indagherà. Noi terremo alta l’attenzione affinché sia fatta chiarezza al più presto”. 

Lo dice Rosa D’Amato, eurodeputata del Movimento 5 Stelle, in merito alla risposta della Commissione europea all’interrogazione sull’ex discarica Diseco di Castellanera, in provincia di Taranto.

 “La Commissione desidera informare l’onorevole deputato di non essere in possesso di alcuna informazione in merito ai fatti menzionati nell’interrogazione – dice la Commissione nella sua risposta – Sulla base delle informazioni fornite, la Commissione contatterà le autorità italiane competenti per chiedere informazioni sulla posizione giuridica della discarica di Castellaneta. Qualora dall’analisi giuridica dovesse emergere una non conformità o una scorretta applicazione del diritto dell’Unione, la Commissione, in quanto custode dei trattati, potrà intraprendere le azioni necessarie, tra cui, ove appropriato, l’avvio di procedure di infrazione”, conclude l’esecutivo comunitario.