Rimozione rifiuti abbandonati, Perrini (Dit-NcI): ci sono i fondi per i Comuni, ma basteranno?

Condividi questo articolo:

E’ arrivata la risposta ad un’interrogazione urgente che ho presentato per avere spiegazioni sui fondi regionali destinati ai servizi di pulizia e di raccolta dei rifiuti abbandonati lungo le strade, rifiuti che provocano un evidente danno al patrimonio ambientale e paesaggistico regionale, nonché un grave danno d’immagine al territorio. Allo stato attuale sono già a carico dei Comuni pesanti oneri per i servizi di gestione, raccolta, smaltimento e trasporto. Chiedevo dunque al presidente Emiliano di capire quali interventi la Regione avesse messo in campo per tale emergenza e se sono previsti fondi regionali per interventi di natura straordinaria. Dalla risposta deduco che la Regione ha stanziato 3 milioni di euro e che la procedura per accedere al contributo sarà “a sportello”, e infine che le risorse stanziate saranno proporzionate al numero di abitanti del comune richiedente. Al momento viene però sottolineato che gli eventuali importi eccedenti saranno a carico dei comuni sotto forma di cofinanziamento. I fondi serviranno per contrastare gli illeciti abbandoni su suoli pubblici di rilevanza naturalistica e serviranno a rimuovere cumuli di amianto che costituiscono un reale pericolo per la salute e per l’ambiente.

Quando ho sollevato il problema in Regione l’ho fatto nella consapevolezza che i comuni non potessero più sopportare costi così alti e che quindi dovevano essere sostenuti. Temo però che le risorse messe a disposizione non bastino. Se così dovesse essere tornerò a chiedere ulteriori fondi utili al decoro delle nostre comunità.