Taranto, comparto agricolo in emergenza, Perrini (Dit-NcI): Di Gioia riferisca in Commissione

Condividi questo articolo:

 

Il comparto agricolo pugliese è paralizzato. Ma è la diretta conseguenza di una Regione bloccata in ogni settore. Le emergenze in provincia di Taranto sono tante. Partiamo dalla Xylella fastidiosa una delle situazioni più drammatiche perché il danno di tale parassita non è solo legato alla mancata produzione di olio, ma al paesaggio e quindi al turismo. Mi preoccupa che la malattia sia praticamente alla porte della nostra provincia, in particolare Martina Franca e Valle D’Itria, e mi preoccupa di più vedere una Regione totalmente inadeguata a gestire il batterio. Altro problema riguarda la forte gelata del 2017 che ha interessato molti comuni del tarantino, gli agricoltori convolti non hanno ancora visto un solo centesimo dei risarcimenti promessi, ma ricevono però puntualmente le cartelle esattoriali per il tributo 630 inerente la manutenzione ordinaria/straordinaria dei loro terreni. Tutto fermo anche per ciò che riguarda i bandi, istruttorie lente e ritardi nell’erogazione delle risorse. Se penso che i dipendenti del comparto agricolo nella provincia di Taranto sono il doppio dei lavoratori dell’Ilva, e se penso che sento sempre parlare di riconversione del territorio, mi domando come si possa trascurare e bruciare questo settore così fondamentale per le comunità joniche? Ribadisco ciò che ho già chiesto con i colleghi del gruppo regionale: l’assessore regionale Di Gioia venga a riferire in Commissione Agricoltura e spieghi come intende risolvere le emergenze del territorio che rappresento.