BTM LECCE: DATI POSITIVI

Condividi questo articolo:

Una full immersion nel turismo, quello possibile, quello tangibile, quello realizzabile. E’ stata tutto questo la BTM (Business Tourism Management) tenutasi a Lecce, gli scorsi 22,23,e 24 febbraio, nell’ex Convento degli Agostiniani dove esperti del settore relazionando nei diversi incontri hanno fornito un preciso disegno di turismo, di turista e di un nuovo modo di viaggiare. “Ringrazio pubblicamente il Comune di Taranto che ci ha ospitati nel suo stand” dichiara Angelo Locapo, presidente dell’Associazione B&B Taranto Terra di Sparta “consentendoci di essere presenti a quella che possiamo asserire essere la più importante fiera dedicata al turismo del sud Italia. Dalla tre giorni, nella città barocca, sono emersi dati positivi, molto incoraggianti, con un trend in crescita con l’arrivo di turisti cinesi che giungeranno in Italia ed anche nella nostra bella Puglia. Dati che non fanno altro che spronarci a fare sempre meglio, a fare dell’accoglienza una missione, di offrire ai turisti delle emozioni che solo i colori, i sapori, i profumi, i luoghi possono sprigionare. Il nostro segmento, quello dei bed&breakfast, non fa che rafforzare la sua fisionomia, in linea con un tipo di turismo che sta cambiando. Le nostre strutture, è stato sottolineato dagli esperti, vanno incontro a quelle specifiche esigenze del turista di oggi a cui si offre la possibilità di viaggiare, di spostarsi anche solo per un week-end a costi abbordabili. In questa edizione targata 2018 Taranto è stata visitata, qualche giorno prima della tappa leccese,  da una cinquantina di buyers provenienti da ogni parte del mondo ai quali è stata data l’occasione di vedere i luoghi di maggiori interesse della città e di gustare i nostri prodotti tipici.   L’auspicio è che nel breve e medio termine si possano intercettare i flussi turistici facendo finalmente sbocciare quella che per troppo tempo è stata una naturale predisposizione inespressa. Da oggi al 2020 la parabola di presenze turistiche sarà sempre crescente, da qui l’impegno a rendere sempre più umana, emotiva ed inclusiva la presenza del turista nelle nostre strutture, tutte diverse tra loro, e nella nostra città. Il mare, il sole, i siti di interesse culturale ce li abbiamo, dobbiamo aggiungere il cosiddetto effetto ‘ wow’, quell’emozione che rimane, che si ricorda con piacere e che sarà raccontata ad altri tanto da indurli a voler vivere le medesime emozioni. Insomma la BTM alla nostra associazione ha dato una sferzata di ottimismo, Taranto non è solo ciò di cui si parla in negativo ma ha tanto da dare, quindi rimbocchiamoci le maniche e andiamo avanti, senza indugi, verso un futuro possibile, tutti insieme ogni per sue competenze e tipo di offerta”.